ONORE, AMORE E VENDETTA!
LA TRILOGIA POPOLARE DI GIUSEPPE VERDI

AURELIO & PAOLO POLLICE, duo pianistico

 

La «trilogia popolare» di Verdi per due pianoforti. Rigoletto, Trovatore e Traviata si fanno in quattro, le quattro mani di Aurelio e Paolo Pollice, concertisti dalla carriera internazionale di ritorno per l’Agìmus con un progetto interamente dedicato al Cigno di Busseto, che negli anni Cinquanta dell’Ottocento raggiunse la maturità artistica con tre titoli nati nel giro di appena due anni e mezzo, a suggello definitivo della fama del compositore, da poco uscito dai cosiddetti «anni di galera» compresi tra il 1844 e il 1851. I due musicisti, che con questo recital propongono una sorta di The Best Of delle tre opere cui è maggiormente legata la notorietà di Verdi presso il grande pubblico, mettono d’accordo melomani e cultori del recital pianistico, per la loro capacità di coniugare ad arte una selezionata raccolta dei momenti più alti di Rigoletto, Trovatore e Traviata, le opere del Verdi più sanguigno, che i fratelli Pollice affrontano dosando tecnica e trasporto con l’obiettivo di far cantare la tastiera. D’altronde, non è facile farsi interpreti con il solo suono del pianoforte del sentimento lirico di pagine vocali celebri come Tacea la notte placida, Di quella Pira, Amami Alfredo! e La donna è mobile, o ancora, Stride la vampa, Miserere, Parigi o cara e Bella figlia dell’amore, che vengono affrontate sfruttando sino alle estreme conseguenze l’ampia gamma delle intensità, delle altezze e dei colori del principe degli strumenti.

PIU’ INFO