CANZONI IN BIANCO E NERO

PETRA MAGONI, voce

ANDREA DINDO, pianoforte

 

Kurt Weill, tedesco di nascita, americano di adozione, è il compositore che più ha segnato la storia del teatro musicale, con melodie e personaggi entrati nell’immaginario collettivo. Le sue intuizioni vivono in canzoni ancora oggi interpretate da artisti della scena classica e del rock, del jazz e del pop. Ed è, infatti, proprio con l’autore delle musiche dell’Opera da tre soldi scritta con Bertolt Brecht che inizia il viaggio sonoro del duo formato dalla cantante Petra Magoni, la parte vocale del progetto Musica Nuda che tanto successo ha avuto nel corso degli anni, e da Andrea Dindo, pianista e direttore d’orchestra che ha suonato anche alla Carnegie Hall di New York. Insomma, due straordinari musicisti, riunitisi per l’occasione per un progetto ambizioso e affascinante che da Kurt Weill conduce gli spettatori nel mondo del teatro in musica, dalla Germania del cabaret degli anni Trenta e Quaranta fino all’America di Cole Porter. L’America del periodo a cavallo della Seconda Guerra Mondiale, durante il quale l’autore di Night and Day scrisse una miriade di successi, che dal teatro arrivarono sino al grande schermo. Dunque, un concerto di canzoni «in bianco e nero», elemento portante di questo «progetto sottosopra», finalizzato a far rivivere quegli anni attraverso canzoni dalla cifra emotiva unica.

PIU’ INFO