TANGO PASIÓN
ART TANGO ENSEMBLE

JOAQUÍN PALOMARES Y JOAQUÍN PÁLL PALOMARES, violini
ORLANDO DIBELLO, bandoneon
DAVID & VICTORIA, ballerini
Musiche di Mores, Piazzolla, Gardel, Villoldo, Jasili, Plaza, Troilo, Melo, Aieta, Matos Rodriguez

 

Primo altoparlante del jazz nel Vecchio Continente, Parigi è stata anche la sponda europea del tango, che lanciò agli inizi del secolo consacrando Carlos Gardel. Poi, la capitale francese ha ospitato Astor Piazzolla e ispirato a Bernardo Bertolucci il film Ultimo tango a Parigi con Maria Schneider e Marlon Brando sulle note del jazzista argentino Gato Barbieri. Ma è soprattutto a Gardel e Piazzolla che guarda il progetto Art Tango Ensemble, trio composto dai violinisti Joaquín Palomares e Antonio García Egea e dal virtuoso di bandoneon Orlando Dibello, sulle cui musiche danza la coppia di ballerini che si fa chiamare David&Victoria. La formazione presenta una visione del tango lontana dai canoni tradizionali, dunque caratterizzata da una propria identità che non rinuncia, però, ad esaltare passione, sensualità e malinconia tipici del «pensiero triste che si balla», per usare una definizione del tango spesso attribuita a Jorge Luis Borges, ma coniata probabilmente da Enrique Santos Discepolo. Ci sono anche musiche di Mores, Villoldo, Jasili, Mator Rodriguez, ma l’omaggio dell’Art Tango Ensemble è soprattutto a Gardel, il re del tango argentino tradizionale e popolare del quale si ascolteranno Volver, Por una cabeza e la celebre El dìa que me quieras, e a Piazzolla, il padre del «tango nuevo» celebrato nel centenario della nascita con la Milonga del angel e altri «fuori programma».

PIU’ INFO