Associazione Giovanni Padovano Iniziative Musicali (A.G.I.MUS.)

L’Associazione Giovanni Padovano Iniziative Musicali, con sede in Mola di Bari, via Pasolini n°3 - Codice Fiscale 93294970723 - Partita Iva 06137460728, è un ente autonomo, con poteri e funzioni propri, come da nuovo Atto costitutivo e relativo Statuto, stipulato innanzi al dott. Giuseppe Ladisa, Notaio in Castellana Grotte, iscritto al Collegio Notarile del Distretto di Bari e registrato a Bari nel 2004.

L’ associazione, dall’anno 2002 denominata "Giovanni Padovano" in onore e memoria del compianto Presidente che ne ha retto fin ad allora le sorti in maniera encomiabile, dal punto di vista operativo, così come si evince dall’Atto Costitutivo, opera stabilmente senza soluzione di continuità già dal 1994 configurandosi giuridicamente come sezione periferica dell’Associazione Giovanile Musicale nazionale, con sede legale in Roma. In tale veste ha operato nel territorio di Mola di Bari divenendo in breve tempo una delle sezioni più attive, organizzando Cartelloni musicali di grande levatura con il sostegno degli Enti Pubblici territoriali (Comune di Mola di Bari, Provincia di Bari, Regione Puglia). A riprova di tale positiva operosità, il m° Piero Rotolo (direttore artistico) nel 1997 fu nominato Consigliere del Direttivo Nazionale (presieduto dal compianto on. Elkan) in rappresentanza di tutte le sezioni del Sud Italia.

Nel 2004, maturate le condizioni per rendere completamente autonoma l'attività, si costituì giuridicamente l’Associazione Giovanni Padovano Iniziative Musicali (A.G.I.MUS.) che oggi svolge la sua attività nel pieno rispetto delle regole di organizzazione e di trasparenza e che, avendo conseguiti gli specifici requisiti soggettivi e qualitativi, è inserita nell’Albo Regionale degli Operatori dello Spettacolo Settore Musica istituito dalla Regione Puglia ai sensi della L.R. n. 6 del 2004. Dal 2011 l'associazione è inserita nel FUS (Fondo Unico per lo Spettacolo) istituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Pertanto, in continuità artistica e gestionale, le Stagioni Artistiche dal 2004 in poi evidenziano la denominazione, la sede, il logo, la partita IVA, il codice fiscale e la posizione ENPALS completamente autonomi.

L’associazione ha organizzato dal 1995, e senza soluzione di continuità, programmazioni concertistiche (con una media di 25 concerti annuali) che hanno evidenziato :

  • un connubio tra i diversi generi e stili musicali (classico, jazz, contemporanea, ecc….) con unica e sola caratteristica imprescindibile la buona qualità artistica delle proposte, confermata, tra l’altro, dalla presenza in Cartellone di alcuni tra i maggiori musicisti del panorama concertistico nazionale ed internazionale (Katia Ricciarelli, Enrico Rava, I Solisti della Scala, Giorgio Gaslini, Nicola Arigliano, Bruno Canino, Benedetto Lupo, Paolo Bordoni, Pierluigi Camicia, Michele Marvulli, Paolo Fresu, Roberto Cappello, I Doctor 3, Stefano Bollani, Italian Big Band, Enrico Pieranunzi, Lino Patruno, Uri Caine, Danilo Rea, Cristiano Burato, le Orchestre ICO di Bari e Lecce, ecc…);
  • una grande attenzione verso i giovani talenti locali, nazionali ed internazionali che si sono messi in evidenza in Concorsi di Esecuzione ed Interpretazione Nazionali ed Internazionali;
  • l’aspetto culturale e didattico delle proposte che oltre a contenere un alto spessore artistico potessero avvicinare i giovani al mondo della musica colta tramite lezioni – concerto mirate e coinvolgenti (creazione e potenziamento di rapporti con le scuole);
  • collaborazioni con Istituzioni Musicali (I.C.O. di Bari e Lecce, Conservatori di Bari e Monopoli) finalizzate all’ospitalità di grandi produzioni;
  • la capacità ideativa e organizzativa tesa a produrre autonomamente quei progetti, anche di grande rilevanza (vedi Festival Beethoveniano, Festival Mozart, Festival Bach, ecc.), per i quali non si è riusciti ad avere la collaborazione dei grandi soggetti produttivi di cui sopra;
  • la capacità imprenditoriale dell’associazione di reperire risorse attraverso collaborazioni con gli Enti Pubblici territoriali (Comune, Provincia, Regione, Camera di Commercio) e con soggetti privati che l’hanno sostenuta con interventi finanziari;
  • la capacità dell’associazione di attuare una mirata ed efficace politica dei prezzi di ingresso al pubblico che, tenendo conto del contesto socio – economico e dei vari livelli di fruitori (adulti, anziani, giovani), è riuscita a creare una giusta mentalità di partecipazione consapevole del pubblico all’evento culturale ed un giusto equilibrio in merito alla natura delle entrate (contributi Enti Pubblici, sponsor, bigliettazione, quote sociali e donazioni, ecc.)

Le programmazioni concertistiche si possono consultare alla sezione "Archivio"


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.